lunedì 14 dicembre 2015

Franca Antinori, una pittura in più direzioni

La mostra Franca Antinori, una pittura in più direzioni,
presentata al Museo Eroli di Narni, è ora ospitata dalla Casa delle Donne di Terni, in Via L. Aminale 20/22, dove rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2015.

Ti invitiamo a visitare la mostra nel nuovo significativo contesto, dove abbiamo pensato ad una originale iniziativa volta a valorizzare l'opera di Franca e a sostenere economicamente le importanti attività che si svolgono in quel luogo.

Oltre al catalogo ad una quota minima di 5 €, proponiamo l'acquisto a 40 € di stampe da matrici originali delle incisioni ad acquaforte, arte nella quale Franca Antinori era veramente maestra.


Potrebbe essere una idea regalo significativa per il pregio artistico e il segno di solidarietà.

La Mostra sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 19:30 fino al 23 dicembre e dopo il 6 gennaio, per visitare la mostra durante le vacanze di Natale è possibile inviare un sms al 329 5653008 oppure inviare una email a ternidonne@gmail.com.

La Casa delle Donne insieme alla famiglia di Franca

Il giocattolo Waldorf




Giovedì 17 dicembre 2015 dalle ore 17:00 alle ore 18:00
Casa delle Donne di Terni - Via L. Aminale 20/22

IL GIOCATTOLO WALDORF.

SEMPLICE, NATURALE, TONDEGGIANTE, 

FATTO MANO: PERCHÉ?



cura di Chiara Renda, Pedagogista Steineriana

Un incontro sulla pedagogia steiner-waldorf a partire da un suo elemento caratteristico, il giocattolo Waldorf, per scoprirne il vero valore pedagogico e interrogarci su cosa sia davvero sano e formativo per i bambini, nell'epoca dei beni commerciali, di consumo e della tecnologia "invadente".

Il giocattolo è un compagno di vita per i bambini, e la scelta cosciente di tali compagni da parte degli adulti è un atto educativo da non sottovalutare. Conoscere i giocattoli è un modo per avvicinarci all'immaginario infantile e una fonte di ispirazione per nuovi modi creativi di avvicinarci al bambino. 

a seguire alle ore 18:00
Laboratorio manuale gratuito per adulti e coppie adulto/bambino: LA MARIONETTA WALDORF


MADRE TERRA + MAMMA NATALE



Venerdì 18 dicembre 2015 || ore 16:00 

Casa delle Donne || Via L. Aminale 20/22 - Terni 

Gioco Ludosofico 

MADRE TERRA

Madre Terra: un gioco di gruppo “ludosofico" (ludosofico=imparare giocando). Partendo dal mito e attraverso simboli arcaici, in un divertente gioco collettivo (che non richiede alcuna competenza filosofica; ciò che serve è essere disponibili ad "ascoltarsi ed ascoltare") ci misureremo con le nostre capacità di analisi e riflessione su di noi e sulla relazione con gli altri. Tutto questo ci aiuta ad ampliare, rinforzare e completare le sollecitazioni che provengono proprio dal "giocare insieme".

Il gioco è a cura di 
ARCANGELA MICELI, Associazione Ludosofica Italiana 
ed è organizzato in collaborazione con 
l’Associazione I Semi del Sapere 
nell’ambito della Manifestazione 
MAMMANATALE - NATALE ARTIGIANO

***

dal 12 al 24 dicembre dalle ore 10:00 alle 20:00
potrete trovare il nostro albero di Natale
decorato con le creazioni delle uncinettatrici 
della Casa delle Donne
al PALASì di Piazza della Repubblica a Terni

nell'ambito della manifestazione:

Passate a prendere la vostra decorazione e lasciate un piccolo contributo 
con il quale potrete sostenere le attività della casa delle Donne di Terni!


martedì 1 dicembre 2015

"Una pittura in più direzioni" personale di Franca Antinori


Si inaugura il 4 Dicembre 2015, alle ore 17.30, presso la Casa delle Donne di Terni la mostra della pittrice Franca Antinori (Narni 1950 - 2013), una retrospettiva di tutta la produzione dell’artista dal titolo “Una pittura in più direzioni - Opere dal 1967 al 2013”.

Le conoscenze artistiche della pittrice, da poco scomparsa, non si limitano al contemporaneo e si intuiscono riconoscibili componenti che provengono da tutta una lunga tradizione. Si spiega così anche la conoscenza di tecniche antiche e moderne (dal disegno, all’acquaforte e alla puntasecca, dall’olio all’acquerello) e la facilità di utilizzarle da parte di Franca Antinori: facilità tecnica che non è funambolismo, ma possibilità di dominare un linguaggio per una compiuta espressione del proprio mondo.

Un linguaggio funzionale ai contenuti quello dell’artista narnese: si tratti di paesaggi, si tratti di composizioni di figure accorpate o isolate, si tratti di costruzioni astratte, la pittrice esprime dei contenuti che vivono solo in quanto diventano pittura. Non copia, neppure quando l’immagine deriva dalla realtà esterna: è capace di riviverla nella coscienza e di esprimerla attraverso un linguaggio che è esclusivamente pittorico, illuminanti a tal proposito anche le note sulla pittura da parte della pittrice in età matura che sono riportate nel catalogo che accompagna la mostra, curato da Domenico Cialfi.

Interessata la pittrice narnese essenzialmente alla struttura, ad uno stile radicato nella natura stessa delle cose, non tanto nelle sensazioni soggettive, pur partendo dall’osservazione, sembra non voler perdere sulla tela nulla dell’intensità che il soggetto osservato possiede, ne viene fuori un realismo variegato, a secondo dei vari momenti produttivi e creativi, capace di includere, però, anche una produzione astratta che rimanda inevitabilmente ad una nota affermazione di Kandinskij: “Grande astrazione, grande realismo”.


       La presentazione della mostra, che rimarrà aperta dal 4 Dicembre 2015 al 31 gennaio 2016, sarà arricchita anche da lettura espressiva di testi sull’arte e da scritti creativi a cura di amici ed amiche, e dell’attrice Elisa Gabrielli; un’attività ricorrente quella poetica per l’artista narnese anche se non pienamente esclusiva ed assordente. 

Il vernissage si concluderà con un buffet offerto agli avventori.