giovedì 28 maggio 2015

BAMBINE NON SPOSE prevenire i matrimoni precoci


Molte bambine hanno pagato duramente il desiderio di studiare, uno dei diritti umani più importanti per lo sviluppo personale e della comunità nel suo complesso. Lo ricorda costantemente Malala Yousafzai, Premio Nobel per la Pace, che nel 2012 era stata gravemente ferita in un attentato rivendicato dai talebani mentre usciva dalla sua scuola in Pakistan, solo per aver coraggiosamente parlato in favore del diritto all’istruzione delle bambine. Oggi Malala rappresenta il simbolo di tutte coloro alle quali viene negata l’istruzione. Sono le ragazze rapite da Boko Haram o usate come kamikaze in Nigeria, le bimbe fuggite dalla guerra nella Repubblica Centrafricana, le ragazze yazide schiave dell’Is in Iraq, le adolescenti violentate e uccise selvaggiamente in India.

Nel mondo oltre 700 milioni di donne si sono sposate prima di aver compiuto 18 anni, oltre un terzo delle quali – 250 milioni – addirittura prima dei 15 anni. Il matrimonio infantile ha effetti estremamente nocivi per lo sviluppo delle bambine, perché compromette la loro salute sottoponendole a gravidanze quando il corpo non è ancora pienamente sviluppato per affrontarle.

BAMBINE NON SPOSE
prevenire i matrimoni precoci

Venerdì 5 giugno - h17:00
Casa delle Donne di Terni
Via L. Aminale 20/22 - Terni

incontro con 

Andrea Iacomini - Unicef

Portavoce dell'UNICEF Italia, giornalista professionista. Nel 2008 è approdato all’UNICEF Italia come Capo Ufficio Stampa. Nell'aprile 2012 è stato nominato portavoce, incarico che ricopre tutt'oggi all'interno dell'organizzazione.


Bambine e bambini nel tempo

l’ISUC 
(Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea)
Terni Donne
Casa delle Donne


invitano

giovedì 28 maggio 2015 – ore 17,00 presso
Casa delle Donne
via Aminale, 20-22 – Terni


alla presentazione del fascicolo XIII/2, 2014 della rivista della Società italiana delle storiche 
Genesis (Viella, Roma, pp. 208) dedicato al tema

Bambine e bambini nel tempo

Programma

Saluti
Paola Gigante Presidente Associazione “Terni Donne”


Introduce

Carla Arconte Isuc

Interviene
Adelisa Malena
Università degli studi di Venezia “Ca’ Foscari”


«Sviluppatasi nell’alveo della nuova storia sociale, l’obiettivo della storia dell’infanzia è stato fin dalle sue origini quello di dar voce a protagonisti rimasti per lungo tempo ai margini della “Storia”. Nonostante le alterne vicende della disciplina, le discussioni metodologiche che la attraversano e le difficoltà oggettive di scrivere la storia dei più giovani, a partire dal problema delle fonti, dagli anni ’60 a oggi bambine e bambini si sono affermati come soggetti storici essenziali alla comprensione del passato. La data di nascita della storia dell’infanzia viene fatta convenzionalmente coincidere con la pubblicazione di L’Enfant et la vie familiale sous l’ancien régime. Nonostante i noti limiti metodologici dello studio di Ariès, infatti, il libro ebbe l’indubbio e dirompente merito di storicizzare l’infanzia, dimostrando che essa doveva essere considerata non come un fenomeno “naturale” o “universale”, bensì come un fatto storico, e come tale legato alle specificità dei contesti [...]. Sappiamo oggi che i bambini non sono stati “scoperti” fra il XVI e il XVII secolo, e che concezioni specifiche dell’infanzia possono essere rintracciate nel corso dell’intera storia umana. L’accumularsi della ricerca storica sembra confermare che la cifra principale dell’infanzia (come idea e come esperienza) risiede proprio nella sua molteplicità, da indagare all’intersezione di classe, etnia, religione, situazione familiare e, inevitabilmente, genere» (dall’Introduzione di Stefania Bernini e Adelisa Malena).

INDICE Introduzione, a cura di Stefania Bernini e Adelisa Malena - Pia Schmid, Bambini e bambine modello. Pietà infantile e costruzioni di genere nelle raccolte pietiste di vite esemplari - Margot Hillel, Training for adulthood: gender in nineteenth and early twentieth-century children’s books in Australia - Juri Meda, «Non giocate col fuoco!». L’infanzia italiana, la ridefinizione dell’identità di genere maschile e la campagna per il disarmo del giocattolo (1946-1956) - Dorena Caroli, Bambine, bambini e animali parlanti nei racconti di Eduard Uspenskij per l’ultima generazione sovietica  - Benita Blessing, Disciplinare ed educare. Ruoli di genere nel cinema per bambini della Ddr  Ricerche Fabien Lacouture, Le droit au jeu dans la peinture vénitienne au XVIe siècle  Interventi Christiane Demeulenaere-Douyère, Éducation, subversion des genres, et révolution sociale: l’éducation des garçons et des filles selon Paul Robin

Per informazioni
ISUC (sezione di Terni)
p.le Antonio Bosco 3A – 05100 Terni
tel. 075 5763030


lunedì 18 maggio 2015

Incontro a Terni sui diritti sessuali e riproduttivi delle Donne con i candidati e le candidate alla Regione Umbria




Vi invitiamo ad incontrare, alla Casa delle Donne, in via L. Aminale 20/22, mercoledì 20 maggio alle ore 18:00 i candidati e le candidate al Consiglio della Regione Umbria per parlare di "DIRITTI SESSUALI E RIPRODUTTIVI DELLE DONNE". Presenteremo un documento, firmato da molte associazioni del nostro territorio, che sintetizza delle richieste di impegno alle ed ai candidati su 6 punti:

1) Informazione ed educazione alla conoscenza di sè e del proprio corpo adeguata all'età, fin dalla scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado, per ragazzi e ragazze, per combattere gli abusi, il bullismo e la discriminazione di genere.
2) Consultori aperti 6 gg su 7 in ogni Distretto Sanitario Umbro, oltre ad un Poliambulatorio di riferimento per le ecografie e per piccoli interventi, con personale e strumentazione adeguata. In modo che questi diventino anche luoghi di formazione per i futuri ginecologi/ostetriche e in modo che sia garantito un vero ricambio generazionale anche sostituendo i numerosi pensionamenti. Diffusione dell’informazione a 40 anni dalla legge su Consultori con nuovi media su tali Servizi.
3) Contraccezione davvero gratuita e davvero raggiungibile da tutte/i e con tutti i metodi disponibili: dal profilattico femminile/maschile, agli IUD/IUS (Spirali al rame o agli ormoni), agli impianti sottocute anche per la contraccezione d'emergenza (vedi esperienza della Puglia).
4) Esami prenatali in gravidanza, previsti dalle Linee guida del Ministero, gratuiti, ovvero adeguare i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) regionali come in altre Regioni.
5) Rimborso del parto a domicilio o in Casa Maternità per chi vuole scegliere questa modalità del Parto (come già avviene in Emilia Romagna, Marche, Lazio, Piemonte). Anche se non sarà scelto da grandi numeri di donne, non tutte aspirano a epidurale e parto operativo.
6) RU486, aborto medico in tutti gli Ospedali Umbri per non essere costrette ad emigrare o alla clandestinità ed approvazione del protocollo tecnico che aspetta da 4 anni di essere votato al Consiglio regionale. Non vorremmo che sia sulla nostra pelle la mediazione politica, grazie!  

Chiederemo ai candidati ed alle candidate un impegno su questi sei punti, ma avremo anche la possibilità di interagire con loro su altre tematiche, bisogni e desideri, come ad esempio la continuità dei servizi antiviolenza (centri antiviolenza, sportelli, casa delle donne ecc...) o l'approvazione di una legge sulla parità di genere.

All'Incontro sarà presente Marina Toschi (AGITE - Associazione Ginecologi Territoriali)

Non mancate.
Associazione Terni Donne

lunedì 4 maggio 2015

Twitter e Facebook per pricipianti (BdT)

Alla Casa delle Donne si scambia
primo appuntamento con la Banca del Tempo alla Casa

TWITTER E FACEBOOK PER PRINCIPIANTI
Un corso pratico per chi parte da zero e vuole iniziare ad interagire con gli altri anche sui social network, Un corso che ti permetterà di utilizzare i social con consapevolezza e senza paura.


09 maggio 2015  |  dalle 10:00 alle 13:00
Casa delle Donne  |  Via L. Aminale 20/22 - Terni
Twitter, cos'è e come funziona (aprire un profilo, differenza tra follower e following, cosa sono gli hashtag e qual'è il loro funzionamento, come creare un tweet, come caricare una foto, come rispondere a un tweet, cosa significa fare un tweet, cosa sono le liste e come utilizzarle per semplificarsi la vita, come utilizzare i messaggi privati).


16 maggio 2015  |  dalle 10:00 alle 13:00
Casa delle donne  | Via L. Aminale 20/22 - Terni
Facebook, cos'è e come funziona (aprire un profilo, chiedere l'amicizia, utilizzare la posta interna, settare i parametri della privacy, caricare foto, seguire le aziende e i personaggi famosi, la netiquette, creare un gruppo, creare un evento, creare una pagina).

---

La partecipazione al corso è gratuita, aperta a tutte le donne e rientra nelle attività della Banca del Tempo della Casa delle Donne. Se necessario potrà essere attivato un servizio di baby-sitting durante la durata del corso (previa comunicazione). Per partecipare è necessario iscriversi gratuitamente alla Banca del Tempo, arrivando almeno mezz'ora prima dell'inizio del corso. E' consigliato portare un portatile o un tablet.

per info, iscrizioni e contatti
Casa delle Donne
Via L. Aminale 20/22  |  Terni
lun-gio 9:00-12:00
lun-ven 15:30-19:00
tel 3295653008
email ternidonne@gmail.com